1884 colera - chiesa battista sarzana

Vai ai contenuti

1884 colera

approndimenti > storici > storia locale
L'epidemia di colera del 1884 colpì duramente la città della Spezia e questo fu possibile sia per le scarse condizioni igieniche sia per il sovraffollamento della popolazione immigrata da varie parti d'Italia a cercare lavoro nella costruzione dell'Arsenale Militare Marittimo.
Le condizioni di vita dell'epoca ed una certa promiscuità portarono anche al proliferare della prostituzione; a questo proposito è interessante ricordare il poemetto "Il canto della schiava bianca" di Ernesto Filippini, direttore delle scuole metodiste, che ne denunciava le tristi condizioni.
Tra coloro che cercarono di dare conforto alla popolazione erano in prima linea il pastore Edward Clarke ed il professor Ernesto Filippini che assieme alle Società di Mutuo Soccorso costituirono prima l'associazione Caritas (nulla a che vedere con l'odierna Charitas) per il sostegno deli orfani e successivamente l'orfanotrofio "Giuseppe Garibaldi".


materiale di approfondimento:

sviluppo indistriale e mancanza di infrastrutture
Torna ai contenuti